Bronzo

bronzo

Il bronzo è una lega di rame e altro metallo (alluminio, nichel, berillio e stagno), ma solitamente si intende la lega rame-stagno (fino al 8-9%). Ha buone caratteristiche meccaniche e resistenza alla corrosione, inoltre è lavorabile plasticamente (laminazione, estrusione, forgiatura, stampaggio e trafila).

Il bronzo è duro e fragile. Fonde ad una temperatura leggermente superiore ai 950 gradi centigradi, temperatura variabile a seconda dalla quantità di stagno presente nella lega. Inoltre, è resistente alla corrosione (specialmente alla corrosione dell’acqua di mare) ed è anche un migliore conduttore di calore ed elettricità rispetto alla maggior parte degli acciai.

Impropriamente, vengono denominati bronzi anche altre leghe come i bronzi all’alluminio (cupralluminio), bronzi al berillio (cuproberillio), bronzi al manganese (cupromanganese), bronzi al silicio e bronzi al nichel (cupronichel). Le principali applicazioni di questo metallo sono: eliche marine, valvole idrauliche, molle, utensili vari, cuscinetti, ingranaggi, campane, monete e medaglie.

È il metallo più utilizzato per la produzione di campane di alta qualità. Quasi tutti i piatti (strumenti musicali) sono costituiti da una lega di bronzo. Nelle corde delle chitarre e nei pianoforti viene utilizzato bronzo al fosforo.

COMMODITIES TRADER © RIPRODUZIONE RISERVATA