Afnio

afnio

L’afnio è lucido e di colore argenteo. Quando è in polvere, prende fuoco spontaneamente a contatto con l’aria. È utilizzato in lega con il tungsteno per i filamenti delle lampade ad incandescenza e nelle barre di controllo dei reattori nucleari. Viene impiegato (come ossido) anche nei circuiti integrati e in leghe e ceramiche per alte temperature.

Il carburo di afnio è il composto binario più refrattario che si conosca (fonde a 4150 °C), mentre l’afnio fonde a 2495 °C.

Il processo di estrazione dell’afnio è molto difficoltoso, dovendolo isolare poiché si trova nei minerali di zirconio. La produzione è concentrata in Australia e Sud Africa e il totale annuo mondiale è soltanto di 65 tonnellate.

COMMODITIES TRADER © RIPRODUZIONE RISERVATA