Alluminio secondario (leghe di alluminio)

alluminio secondario

L’alluminio secondario, o leghe di alluminio, è quotato al London Metal Exchange (LME) e il contratto è conforme alle specifiche A380.1, 226 o AD12.1 (*). L’alluminio secondario è in formato di pani (lingotti o panetti), t-bars, sows piccoli o grandi.

Il lotto minimo è da 20 ton (con una tolleranza +/- 2%). L’alluminio secondario quotato, si riferisce alle leghe di alluminio per fonderia.

Sul mercato si trovano diverse qualita’ di alluminio secondario con differenti nomi che si riferiscono a standard diversi: EN AB 46100, GALSI12Cu, EN AB 46000, ALSI8 Cu3Fe, DIN226, etc.. Esistono diversi produttori e marchi, formati e diversi lotti minimi. I pani di alluminio secondario sono certamente il formato più diffuso.

Le leghe di alluminio sono sempre fornite con i certificati di analisi chimiche.

I pani di alluminio secondario sono destinati alla realizzazione di getti per colata in terra (“in sabbia”), in forma metallica (“in conchiglia”) o sotto pressione (“pressofusione”).

Le leghe maggiormente commercializzate per il mercato italiano sono le seguenti: EN AB 46000, EN AB 46100, EN 47100, EN AB 42000, EN AB 43200, EN AB 43400.

AB4TRADE © RIPRODUZIONE RISERVATA


(*) specifiche A380.1:

specifiche a380-1

(*) specifiche 226:

specifiche 226

(*) specifiche AD12.1: